Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

thumbnail 3

Il Terni Triathlon fa ancora centro con la terza edizione dello Sprint Città di Terni, la gara di triathlon sprint di rank nazionale divenuta ormai una classica di metà settembre. Oltre 270 individuali tra i migliori atleti del centro Italia e ben 7 staffette si sono date battaglia domenica scorsa nelle acque del Chico Mendes e tra le rotonde della Marattana, coprendo i 750 metri di nuoto, i 20 km di bicicletta ed i 5 km di corsa a ritmi davvero elevati. Il Triathlon del Drago è infatti una delle gare più veloci dell’intero calendario FITri nazionale, test match perfetto per i Campionati Italiani Sprint ed anche in questa occasione non ha tradito le aspettative. Il Parco Chico Mendes ha così ospitato ancora una volta un perfetto e funzionale campo gara, accogliendo gli ospiti in uno scenario davvero confortevole, per la quarta ed ultima tappa del Trofeo Triathlon Umbria, che ha assegnato il titolo individuale ed a squadre della nostra regione. Alle ore 13,30 il giudice arbitro Marco Angeletti ed il direttore gara Fabrizio Castellani, hanno dato il via alla prima batteria donne, che si sono tuffate nelle acque del Chico Mendes per coprire il giro unico di 750 metri di nuoto. La prima ad uscire dall’acqua è stata Sara Foschi, seguita da Alessandra Tamburri  ed Alice Comotto, che hanno da subito  forzato l’andatura sin dalle prime bracciate; le tre atlete della Minerva Roma sono piombate per prime in zona cambio, con oltre 50 secondi di vantaggio sul gruppetto delle inseguitrici guidate da Fulvia Caterini, Elisa Terrinoni ed Emanuela Ascoli. Al rientro in zona cambio, era Elisa Terrinoni che riusciva ad agganciare il treno delle prime ed a lanciarsi lungo il percorso dell’ultima frazione di 5 km di corsa per prima. Il forcing di Alessandra Tamburri, giunta terza l’anno scorso, non lasciava però scampo alle inseguitrici: la forte atleta romana tagliava così per prima il traguardo con il tempo di 1 ora, 5 minuti e 51 secondi.  Al secondo posto Sara Foschi, distaccata di oltre 40 secondi, mentre sul terzo gradino del podio è salita una tenace Elisa Terrinoni. Prima umbra al traguardo è stata un’ottima Roberta Porrazzini del Terni Triathlon, seguita dalla compagna di squadra Paola Ostili e da Monica Pelafiocche del Perugia Triathlon.

11Tra le staffette maschili, a vincere è stata quella composta dal campione di nuoto di lunghe distanze Mirko Comodini, il ciclista Ernelio Massarucci ed il corridore Mohamed Hajjy, capace di coprire la sua frazione run in soli 16 minuti e 26 secondi, mentre la staffetta femminile composta da Arianna Buccioli e dalla nazionale Elena Maria Petrini, al rientro da un infortunio, si è assicurata il primo posto assoluto.  La staffetta mista è stata invece appannaggio del trio Riccardo Salvucci, Silvia Bobbi e Monica Chiappalupi.

21761701 1480972018646498 7263431290153992423 nDavvero avvincente la gara maschile, con oltre 230 atleti al via, divisi in 2 batterie. Alla sirena del giudice gli atleti si sono tuffati in acqua e, sin dalle prime bracciate, Alessio Fioravanti, Valerio Cattabriga e Matteo Gala, tre giovani promesse della Minerva Roma, hanno fatto il vuoto, uscendo con largo distacco dall’acqua. I tre si sono lanciati in bici lungo la Marattana, dandosi il cambio in testa e forzando l’andatura per non far rientrare il gruppo degli inseguitori. Coperti i 20 km di bicicletta in soli 30 minuti e 15 secondi, i tre sono rientrati in zona cambio e si sono lanciati negli ultimi 5 km di corsa: dalle prime falcate è stato Alessio Fioravanti, già vincitore della prima edizione, a forzare l’andatura e, con un ritmo davvero intenso, presentarsi sul traguardo in solitaria, assicurandosi il primo gradino del podio con lo splendido tempo di 58 minuti e 6 secondi. Al secondo posto un solido Valerio Cattabriga, a 21 secondi di distacco, seguito da Matteo Gala, che si è aggiudicato il terzo posto. Primo degli umbri è stato Simone Sforna del Foligno Triathlon, seguito dal compagno di squadra Raffaele Proietti Placidi e da Michele Sberna del Terni Triathlon. “Questa è stata l’edizione della maturità” – ha dichiarato un raggiante Fabrizio Castellani, direttore gara e vice Presidente del Terni Triathlon – “Gli atleti ormai considerano questo sprint un appuntamento importante della stagione e ricevere tanti complimenti per l’organizzazione e la gestione della gara ci fa dimenticare tutte le fatiche per approntare il tutto alla perfezione. Per celebrare la terza edizione, quest’anno abbiamo fatto coniare una splendida medaglia che è andata al collo di tutti gli atleti che hanno tagliato il traguardo del Triathlon del Drago”.

 

 Ecco le CLASSIFICHE COMPLETE:

http://www.nextrace.net/gara.php?idgara=2222&lan=it&idm=412